You are here: Home
Centro Controlli Materiali Edili S.r.l.

SISMABONUS

CLASSIFICAZIONE SISMICA DEGLI EDIFICI, RISTRUTTURAZIONE SISMICA & SISMABONUS


Che cos’è il rischio sismico?

Il rischio sismico è la misura matematica ed ingegneristica per valutare il danno atteso a seguito di un possibile evento sismico.

Il rischio sismico dipende da un’interazione dei seguenti fattori:

pericolosità: è la probabilità che si verifichi un terremoto atteso di una certa intensità proprio in una certa zona ed in un determinato periodo di tempo ed è legato alla zona sismica in cui si trova l’edificio;

vulnerabilità: è la valutazione delle conseguenze ed è legata alla capacità dell’edificio di resistere al sisma;

esposizione: è la valutazione socio-economica delle conseguenze; cioè quanti e quali sono i beni ed il valore di ciò che può subire danni a causa del terremoto, ad esempio quante persone vivono nella zona e rischiano la loro incolumità ed il valore delle cose che possiedono.

RISCHIO SISMICO=PERICOLOSITA’ x VULNERABILITA’ x ESPOSIZIONE



 

PROVE DISTRUTTIVE E NON DISTRUTTIVE SUGLI ACCIAI

PROVE SUI MATERIALI METALLICI

L’importanza di misurare determinate proprietà meccaniche e fisiche dei

materiali metallici è notevole, in quanto permette ad un’azienda di verificare

la qualità dei materiali o di controllare i processi di saldatura secondo

UNI EN ISO 3834.



 

Ispezione Visiva Ponti





La gestione del patrimonio delle opere stradali riveste una sempre maggior importanza da punto di vista dell’ingegneria civile man mano che le infrastrutture invecchiano, a cui corrisponde un’importante incidenza sui bilanci dell’Ente Gestore: a tutto ciò si aggiunga che solo le poche opere recentemente costruite prevedono un Piano Manutentivo, che consenta al Gestore la programmazione di controlli ed interventi con l’evidente beneficio di un minor impatto economico, redatto dallo stesso progettista, così come sancito dai DPR n°554 del 21.12.1999 e D.P.R. n°207 del 5.10.2010.

Per le opere che non posseggano il citato Piano di Manutenzione, e sono la maggior parte in Italia, la responsabilità, così come l’onere di garantire il controllo, lo stato di conservazione e la sicurezza delle infrastrutture stradali, è dell’Ente Gestore: la Circolare del Ministero dei Lavori Pubblici n°34233 del 25.02.1991 - “Istruzioni relative alla normativa tecnica dei ponti stradali” al capitolo 9 recita “Gli enti preposti alla gestione delle strade ai vari livelli esistenti (strade statali, regionali, provinciali, comunali, vicinali) e, per essi, gli Uffici Tecnici competenti, devono avere conoscenza delle caratteristiche delle opere a loro affidate.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 2

Prove e servizi

Associazioni

Autorizzazione ministeriale

Autorizzazione ministeriale

Laboratorio di Ricerca

Autorizzazione Marcatura CE

Galleria

Centro Controlli Materiali Edili S.r.l.

Le prove in sito e in laboratorio riguardano: calcestruzzi, acciai, barriere stradali, aggregati (anche Marcature CE), prove di carico (verifica strutturale), terre, geotecnica stradale, misti cementati, conglomerati bituminosi (anche Marcatura CE), bitumi e verifica di taratura